Oggi scopriamo come regolare il microclima domestico agendo sui livelli di temperatura e umidità.

Come regolare l’umidità in casa

Per assicurare salute e benessere, il livello di umidità nel periodo estivo nel perimetro domestico dovrebbe aggirarsi tra il 50 e 60%. È possibile regolarlo facendo ricorso a elettrodomestici come umidificatori e deumidificatori. Tuttavia, anche i climatizzatori Daikin a Roma sono dotati di una pratica funzione deumidificatore che è vantaggiosa sotto diversi punti di vista. Oltre a garantire il corretto livello di umidità negli ambienti domestici, è altresì in grado di far risparmiare e ridurre i costi. In inverno, invece, l’umidità va tarata sul 40 – 50%.

Molto spesso a far soffrire e boccheggiare, non è colpa della temperatura in sé, ma piuttosto dell’umidità che fa percepire una temperatura praticamente maggiore.

Come regolare la temperatura

Dopo aver speso due parole in più sull’umidità, passiamo ora invece alla parte più succosa dell’argomento, cioè la temperatura da mantenere in casa. In inverno, bastano 19° – 20° c per star bene e non avere costi eccessivi.

In estate, invece, la temperatura ideale si aggira intorno ai 24° – 26° c. In linea di massima, la differenza tra dentro e fuori non dovrebbe essere superiore a 6° c altrimenti si crea uno shock termico eccessivo. I climatizzatori Daikin a Roma vanno impostati con attenzione onde evitare di provocare malanni perché si passa da un ambiente troppo caldo a uno troppo freddo.

Prima di accendere il climatizzatore d’aria, sarebbe opportuno capire quanto fa caldo fuori. Una volta scoperta l’effettiva temperatura esterna utilizzando un termometro posto in un luogo riparato dai raggi diretti del sole, solo allora si può impostare l’aria condizionata. Se è troppo bassa, si possono registrare sindromi da raffreddamento. Andrebbe anche regolare la velocità dell’aria che dovrebbe essere inclusa tra lo 0,1 e 0,2 m/s.

In conclusione, queste sono le condizioni del microclima ideale tra le mura domestiche che consentono di mantenere il corpo a una temperatura compresa tra 35,8° e 37,2° c, proprio come consigliato dall’OMS, cioè l’organizzazione doganale della sanità.