Tra i principali esami di screening che, occorre citare sicuramente la mappatura dei nei che riveste un ruolo davvero importante per valutare le principali formazioni cutanee. Detto ciò, meglio andare a capire chi dovrebbe sottoporsi all’esame e ogni quanto.

Chi si sottopone alla mappatura dei nei

In linea di massima, è bene sapere che chiunque può sottoporsi a una mappatura dei nevi, nota anche come dermatoscopia. Tuttavia, è fortemente consigliata a tutte quelle persone che presentano un grande numero di nei, lentigo, zone iperpigmentate e simili.

Inoltre, è fortemente consigliato a tutte quelle persone che hanno dei casi di melanoma e tumori alla pelle in famiglia. Chi nota una o più importanti variazioni dell’aspetto delle formazioni cutanee più superficiale, farebbe bene a sottoporsi il prima possibile a una mappatura dei nei presso un valido dermatologo.

in sostanza, lo screening è consigliato a chiunque perché rappresenta un fondamentale strumento di prevenzione per una diagnosi precoce che spesso sta alla base delle più alte percentuali di recupero e sopravvivenza.

Ogni quanto eseguire la dermatoscopia

Dopo aver capito brevemente a chi conviene sottoporsi alla mappatura dei nei, un’altra domanda che sorge spontanea riguarda le tempistiche. In linea di massima, è bene sapere che la mappatura dei nei è un esame di prevenzione dei principali tumori della pelle a cui sottoporsi in ogni momento della vita. Sarebbe opportuno ripeterlo all’incirca una volta l’anno, in particolare per quelle persone che presentano alcune condizioni da tenere sotto controllo.

Negli altri casi, ogni due o tre anni dovrebbe essere più che sufficiente. In linea di massima, vale sempre seguire quanto indicato dal medico specializzato in dermatologia che ha un sotto controllo la singola situazione del paziente. Se desideri avere ulteriori approfondimenti, vai su www.chirurgiadermatologica-milano.it

Come prepararsi alla mappatura dei nei

L’esame di dermatoscopia o videodermatoscopia non richiede alcun tipo di preparazione poiché è del tutto indolore e non invasivo. Non presenta controindicazioni e perciò può essere fatto tranquillamente poiché si tratta semplicemente di fotografare la pelle del corpo dove sono presenti formazioni degne di nota.